GIOVANNA ELIANTONIO
SANDRA LAZZARINI
315

Settantadue dittici a quattro occhi.
315 km è la distanza che separa due fotografe che non si sono mai incontrate, due sguardi che dialogano da lontano alla scoperta di un quotidiano atipico, così famigliare quando ci viene svelato eppure così impercettibile allo sguardo.
315 km è la distanza che unisce l’immaginario di queste due sodali-sconosciute, la giusta lontananza che permette loro di specchiarsi, di sovrapporsi fino a diventare una il riflesso dell’altra.
Sandra e Giovanna sono entrate in contatto su Instagram alla fine del 2016, non si sono mai viste e hanno deciso di rimanere sconosciute durante tutto il tempo di questo progetto.
Il primo rullino è stato scattato senza porsi regole e limitazioni, un flusso di coscienza in cui si susseguono i trentasei fotogrammi che raccontano le complessità e le contraddizioni di ognuna delle due fotografe. Dopo essersi scambiate per posta questi scatti il dialogo a distanza continua, e il secondo rullino completa il progetto. Qui ogni singolo scatto è pensato per essere una risposta, un nuovo punto di vista su uno sguardo comune.
Da questi quattro rullini sono nati i settantadue dittici analogici. Nulla è stato cancellato, sostituito o corretto.
Sandra Lazzarini, si diletta a creare immagini da diversi anni e le sue foto sono pubblicate su magazine nazionali e internazionali. Vive e lavora a Forlì.
Giovanna Eliantonio, nasce e vive a Pescara, dove ha un marito e un micio bianco e nero. Uncinetta e ricama in un collettivo handmade The Babbionz, vorrebbe scomparire in un autoscatto.
Sandra Lazzarini →
Giovanna Eliantonio →