MERCATO NERO

Il Mercato Nero trova il suo spazio all’intersezione tra artigianato, innovazione e ricerca progettuale. Nasce nel 2018, quando Matteo Coccia, Fabio Amoroso e Michela Di Lanzo mettono le proprie esperienze di artisti e mercanti, simili ma eterogenee, al servizio di un evento ispirato alle grandi fiere ma con forti legami con la dimensione locale. Il terreno di partenza è fertile: l’Abruzzo offre tradizioni millenarie nell’ambito artistico e artigianale, ma anche talenti capaci di combinare questo patrimonio con una visione moderna e originale, che sa garantire la sopravvivenza del settore senza snaturarlo.
Si propone come cassa di risonanza e contenitore rivolto ad artigiani, designer e artisti, abruzzesi ma non solo, per promuoverne l’abilità di guardare all’oggetto non solo come il frutto di un hobby, ma come il prodotto di un processo mentale e progettuale che ne soppesa limiti e punti di forza. Dal concetto all’estetica, dalla funzionalità all’ambito della comunicazione, Mercato Nero antepone l’originalità e la qualità alla quantità, per creare un’atmosfera avvolgente e artisticamente frizzante senza incappare in un ambiente dispersivo.
L’idea di un “mercato di ricerca” prende piede e si rafforza nelle diverse edizioni, ampliando i propri orizzonti ad altre tradizioni rivitalizzate e rifiorite nella contemporaneità, come l’ambito gastronomico regionale. In condizioni normali, il 2020 avrebbe portato alla realizzazione dell’altro grande obiettivo a lungo termine del Progetto: la possibilità di rendere itinerante l’evento, adempiendo alla vocazione sperimentale e mutevole del concetto di “Mercato” e aspirando ad un’apertura sempre maggiore, con la possibilità di saldarlo con realtà già affermate sul territorio o ricche di storia e potenziale da portare in superficie.
Facebook →
Instagram →
III Edizione
II Edizione
I Edizione